Rifugi

  • Rifugio Monte Baldo
    Avio

    Rifugio Monte Baldo 0 stelle

    Tra il Monte Telegrafo e il Monte Altissimo, sui versanti fioriti del Baldo, c’è il Rifugio Monte Baldo, costruito nel 1924 in prossimità del santuario dedicato alla Madonna della Neve, realizzato nel sedicesimo secolo e meta di pellegrinaggi. Un piccolo parco giochi all’esterno del rifugio farà felici i bambini e i loro genitori, che potranno assaporare i piatti tipici della cucina trentina nell’ambiente rilassante della val Domenegal, dove gli animali pascolano su versanti dolci al confine fra Trentino e Veneto. Apertura Da fine marzo a metà novembrePrima dell'escursione si consiglia di verificare l’effettiva apertura del rifugio contattando il gestoreItinerariDal rifugio in 4 ore e 30 di cammino è possibile raggiungere il Rifugio Monte Telegrafo, affacciato sul Lago di Garda. In 5 ore è possibile compiere un giro ad anello (con partenza e arrivo al rifugio) per provare la via ferrata Gerardo Sega (moderatamente difficile) lungo la parete di roccia del Monte Coalaz che si apre, insospettabile, tra la vegetazione.

    Vedi dettaglio
  • Monte Zugna
    ROVERETO

    MALGA ZUGNA 0 stelle

    Ci sono almeno tre buoni motivi per salire al Rifugio Malga Zugna: immergersi nella natura e godere di ampi panorami; ricostruire le vicende della Grande Guerra su questa montagna carica di storia e ammirare le stelle dall’osservatorio che il Museo Civico di Rovereto ha costruito a 1.617 metri di quota. Inoltre nei pressi del Rifugio c’è anche un percorso di “land-art”. L’edificio risale ai primi anni del Novecento ed è stato completamente ristrutturato dal Comune di Rovereto, ma sono state ripristinate di recente anche le testimonianze belliche che si trovano lungo la strada di accesso e quindi, attraverso il Monte Zugna, verso Passo Buole.Apertura Aperto tutti i giorni dal 20 giugno al 20 settembreTutto l’anno nei fine settimana Prima dell'escursione si consiglia di verificare l’effettiva apertura del rifugio contattando il gestoreItinerariLa traversata verso Passo Buole (1 ora e 40 di cammino, difficoltà E) è di grande interesse storico per le testimonianze della Grande Guerra che si incontrano lungo il percorso già dopo mezz’ora di cammino attraverso il Monte Zugna. Salendo al Rifugio lungo l’ex strada militare da Alberedo si incontra il cosiddetto “trincerone”, un avamposto (ristrutturato) dell’esercito italiano.

    Vedi dettaglio
  • Rifugio Altissimo 4
    Brentonico

    Rifugio Altissimo “Damiano Chiesa” 0 stelle

    Uno arriva al Rifugio Altissimo Damiano Chiesa e pensa di essere in Norvegia, con il Lago di Garda (2 mila metri più sotto) che si insinua tra le montagne come un fiordo del nord, azzurro, stretto e profondissimo. L’altra cosa che ti lascia a bocca aperta è l’accoglienza di Danny Zampiccoli, il gestore, una guida alpina che ti dà il benvenuto con una pacca sulle spalle, che teorizza che al Rifugio si arriva clienti ma si riparte amici e che sostiene che in cucina, prima del cibo, conta l’amore per quello che si fa. Ecco i segreti di questo Rifugio sul massiccio del Baldo, che d’estate (e molto spesso anche d’inverno) è tra i più amati e frequentati di tutto il Basso Trentino.AperturaTutti i giorni da inizio maggio a fine ottobreTutti i fine settimana da novembre a maggio Prima dell'escursione si consiglia di verificare l’effettiva apertura del rifugio contattando il gestoreItinerari Il Rifugio, pochi metri sotto la vetta del Monte Altissimo di Nago è considerato una meta. Lungo la salita gli escursionisti incontreranno testimonianze della Grande Guerra ma anche (salendo da San Giacomo, nei pressi di Malga Campo) interessanti esempi di architetture rurali utilizzate per attività silvopastorali. Percorrendo il sentiero n.651 si raggiunge il rifugio Telegrafo, con una marcia di 5 ore attraverso le cime che sovrastano il Lago di Garda. Al Rifugio Altissimo d’inverno giungono anche scialpinisti (e ciaspolatori) provenienti dalla ski area di Malcesine

    Vedi dettaglio
Altre strutture
Filtra per: