Linee italiane sul Monte Baldo

Percorrendo il Sentiero della Pace nel Parco Naturale del Monte Baldo

Allo scoppio della Prima guerra mondiale le truppe italiane occuparono rapidamente le principali alture del Monte Baldo settentrionale, assicurandosi un osservatorio privilegiato sulle postazioni nemiche del fondovalle ed in Val di Gresta. Sul Monte Altissimo operò anche il Battaglione Volontari Ciclisti e Automobilisti, in cui furono inquadrati alcuni dei più noti esponenti del movimento futurista: Marinetti, Boccioni, Sironi e Russolo. Vi rimangono resti diroccati di manufatti militari: trincee, strade, rifugi, caserme e postazioni di artiglieria contraerea. La principale via d’accesso di uomini e mezzi è oggi utilizzata per raggiungere il rifugio Damiano Chiesa, da cui si gode un’impagabile vista sul Garda e sul Parco del Monte Baldo.

Sul lato opposto del Parco, il Monte Vignola domina l’intera Vallagarina. In quella strategica posizione i fanti italiani aggiunsero nuove costruzioni alle opere in precedenza edificate dall’esercito austroungarico: gallerie e postazioni d’artiglieria antiaerea, caserme ed un grande impluvio per la raccolta dell’acqua piovana.

Poco lontano, lungo il crinale della montagna percorso dal Sentiero della Pace, c’è un suggestivo passaggio dal Corno della Paura, a strapiombo sulla valle. Nei pressi di due gallerie, si trovano ancora i ruderi della teleferica per il trasporto dei rifornimenti dal fondovalle. In occasione del Centenario della Grande Guerra un intelligente restauro ha portato alla luce un altro sito, di notevoli dimensioni ma pressoché dimenticato, che faceva parte della cerchia di postazioni difensive italiane. Nei pressi dell’abitato di Castione le trincee e gallerie del Monte Giovo sono state ripristinate nell’ambito del progetto “Un territorio due fronti”.

Info e mappa

Apt Rovereto e Vallagarina

Ufficio turistico di Brentonico

Via Roma, 60 – Brentonico

T: 0464395149

brentonico@visitrovereto.it

Per escursioni guidate sui luoghi della Grande Guerra contatta gli Accompagnatori di Territorio: email accompagnatorivallagarina@gmail.com

  • Guide Pocket

Richiedi informazioni

Richiedi info