Vallagarina, tra vini e castelli

In bici lungo il fiume Adige costeggiando mura merlate, cantine e vigneti

Scopri storie e leggende dei castelli della Vallagarina, visita i musei di paese, piccoli e unici, degusta un calice di Marzemino, Moscato Giallo o di Enantio nelle cantine locali

La Vallagarina è la porta del Trentino che si apre alla pianura, anello di congiunzione tra territori e culture diverse, pianura e montagna, civiltà italiana e mitteleuropea. Ti trovi nella valle attorno a Rovereto, in un paesaggio di vini e castelli.
Guardandoti intorno, potrai scorgere le colline coltivate, i pascoli prealpini dell’altopiano di Brentonico, i fiori del Parco del Monte Baldo, i campi terrazzati della Val di Gresta e le cime rocciose delle Piccole Dolomiti.

Il modo più insolito e piacevole per percorrere la Vallagarina in tutta la sua lunghezza è in sella alla tua bicicletta. Pedala sulla pista ciclabile che corre parallela all’Adige! Da Rovereto in un’ora sarai a Trento, al Garda o in provincia di Verona!

Lungo il percorso, incontrerai Avio, città del vino e del Castello del FAI e Ala, città di Velluto, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Sulla Destra Adige, fermati ad Isera, la terra del Marzemino, poi prosegui verso Nogaredo, il borgo delle streghe, degusta i vini di Castel Noarna e la grappa della Distilleria Marzadro. A Villa Lagarina, entra nella chiesa barocca di Santa Maria Assunta e a Palazzo Libera, sede del Museo Diocesano Tridentino. Da Pomarolo, terra delle mele, sali in quota e scorgi i più bei panorami sulla Valle dell’Adige. A Nomi scopri i presepi nelle contrade d’inverno e i concerti di musica rock d’estate. Conclusa la visita ai paesi della Destra Adige, vai verso l’Alta Vallagarina: troverai Besenello, il regno del Moscato Giallo ai piedi di Castel Beseno, Calliano con le meravigliose sale di Castel Pietra e Volano, con la chiesa affrescata di San Rocco.

I castelli medievali sono il filo rosso della Vallagarina, un ordinato giardino di vigneti, dove si producono pregiati vini e spumanti.

Visitando i borghi della valle, incontrerai un mondo di musica, tradizione, collezionismo, storia locale, arte e liturgia. Lasciati sorprendere dalla curiosità nei musei di paese, piccoli e unici.

Dappertutto cantine e locali tipici ti invitano a rigenerarti con un calice di buon vino. Scegli tra i vitigni autoctoni della zona il tuo preferito: Marzemino, Enantio o Moscato Giallo?

Richiedi informazioni

Richiedi info