Oriente Occidente

Attenzione, questo evento è scaduto! Scopri gli altri eventi

Dove? Rovereto

Quando?

Festival di danza in Trentino

“Corpi e confini” è il tema della trentaseiesima edizione del festival Oriente Occidente. A Rovereto due settimane con il gotha della danza contemporanea mondiale pronta a conquistare teatri, piazze e musei della Città della Quercia!

Con il tema Corpi e confini il festival di Rovereto dedicato alla danza internazionale prosegue la sua storia di connessione fra arte coreutica e fenomeni sociali.

Gli spettacoli in teatro

Apre la manifestazione Jan Fabre, affrontando il confine terreno per eccellenza, la morte. A ruota diverse Compagnie di rilevanza internazionale provenienti da Oriente e Occidente e quattro autori italiani emergenti promossi dal progetto CID Cantieri.

Si prosegue con i corpi liberi messi in azione da Ohad Naharin per Batsheva Dance Company. I corpi in cerca di affermazione sociale sono raccontati da Jessica Nupen in Romeo & Juliet / Rebellion & Johannesburg  e dall’americano Kyle Abraham in Pavement, potente affresco della vita di strada nei ghetti afroamericani di Pittsburgh. Sempre di danza di strada, più precisamente di hip hop, si parla in OPUS 14, successo planetario di Kader Attou.

Roberto Zappalà cerca la ‘sua’ Sicilia negli strumenti tipici della tradizione ridefinendone i confini geografici nei corpi maschili agitati dal suono dello scacciapensieri.

Emio Greco interpreta un dittico in cui i confini del corpo si perdono nella corrispondenza con l’altro e con la musica.
Maestra indiscussa del butoh al femminile, Carlotta Ikeda è recentemente scomparsa. Ma il suo lavoro artistico varca i confini temporali per riproporsi con la Compagnia Ariadone, in un ritratto senza tempo dei diversi momenti della vita di una donna, di tutte le donne del mondo.

 

I progetti site specific

Sono quattro i progetti che, persi i confini del luogo fisico del teatro, si spostano nelle strade, nelle facciate dei palazzi, nella piazza e nelle sale del Mart:

  • Scenario di Luca Veggetti, è una novità assoluta realizzata in stretta collaborazione con il Mart. La performance riattiva le connessioni e i confini tra danza contemporanea e arti visive negli spazi del museo
  • NoFit State / Motionhouse, la danza acrobatica e mozzafiato degli inglesi pronta a giocare sulla superficie e negli interstizi di un ammasso di blocchi di pietra
  • Antoine Le Menestrel che, nei panni di un novello Romeo deciso a cercare la sua Giuliett,  sfida la gravità sulle facciate dei palazzi del centro storico
  • Marcos Morau che, nella piazza del Mart, rende omaggio, tra danza e recitazione, a uno dei più grandi artisti di tutti i tempi: Pablo Picasso.

Vuoi farti un’idea delle compagnie ospiti del festival? Guarda il video!

Linguaggi

Questa sezione si occupa dell’approfondimento dei temi affrontati dall’edizione 2016 attraverso il contributo di relatori di fama internazionale, giornalisti, scrittori e opinionisti. Tanti i nomi illustri che presenteranno il loro punto di vista su confini, limiti e conflitti dell’uomo moderno e racconteranno come i corpi possano esserne sia ostaggio sia strumento di riscatto e conquista.
I protagonisti saranno: Paolo Mieli, Maurizio Zanolla “Manolo”, Antoine Le Menestrel, Domenico Quirico, Franco Cardini, David Bellatalla, Andrea Segre, Gad Lerner, Philippe Verrièlle e Lauent Paillier.

 

Workshop e masterclass

Il Festival insieme al CID Centro Internazionale della Danza propone sei momenti di formazione per avvicinarsi e approfondire diversi stili e tecniche di danza.
Un’occasione unica è rappresentata da #Unlimited Workshop, il workshop di due giorni collegato al progetto #Unlimited e dedicato alla danza inclusiva e rivolto a danzatori abili e disabili.

Moving beyond inclusion

È un progetto europeo nato per sviluppare le capacità, le competenze e il pubblico del settore professionale della danza inclusiva con artisti abili e disabili. In occasione di Oriente Occidente, promotore della rete #Unlimited in Italia, si terranno tre giorni di simposio, con incontri e dibattiti  a cura di ospiti internazionali, sui temi della disabilità e della creazione artistica.

App OO-CID

Scaricando la app gratuita OO-CID disponibile per smartphone Apple e Android è possibile scoprire tutto il programma del Festival Oriente Occidente e restare aggiornati sulle attività del CID Centro Internazionale della Danza.

 

Il pass del festival

Al costo di 5 euro Oriente Occidente Emozioni offre il 30% di riduzione per un biglietto a spettacolo in teatro, sconti sulle attività proposte nel 2016 dal CID e altri vantaggi sulle consumazioni e acquisti a Rovereto durante il periodo del Festival. Per i minori di 26 anni biglietti a soli 5 euro.

 

Info e mappa

Ingresso

Consulta qui il listino prezzi di biglietti ed abbonamenti

Attenzione, questo evento è scaduto! Scopri gli altri eventi