Trofeo delle regioni di nuoto

Attenzione, questo evento è scaduto! Scopri gli altri eventi

Dove? Centro Natatorio di Rovereto

Quando?

In palio a Rovereto il titolo nazionale a squadre per gli atleti “Esordienti A”

Più di 200 giovani promesse del nuoto si sfidano nella competizione organizzata dal Comitato FIN Trentino presso il Centro Natatorio di Rovereto. L’apertura è sabato alla Campana dei Caduti.

Il trofeo delle regioni di nuoto è il più grande appuntamento sportivo di inizio estate che richiama in Trentino le giovanissime promesse del nuoto nazionale.

Oltre 200 atleti scenderanno in acqua per conquistare i 24 titoli in palio per la 33a edizione consecutiva organizzata dal Comitato FIN Trentino, che si avvale della collaborazione della Società di Rovereto “Leno 2001”, confermata per il quinto anno partner tecnico della manifestazione.

Atleti, dirigenti ed accompagnatori parteciperanno alla sfilata di tutte le 20 regioni presenti all’evento, in programma sabato 4 luglio alla Campana dei Caduti.

Genitori e parenti degli atleti potranno poi fare il tifo dalla tribuna che verrà allestita sul prato del Centro Natatorio di Rovereto. Speaker ufficiale della manifestazione è ancora Renato Fusi, voce storica degli eventi del nuoto internazionale.

Il trofeo delle regioni di nuoto è una gara che ha preso il posto dei campionati nazionali a cui partecipano tutte le regioni d’Italia.  Gli atleti hanno tra gli 11 e i 13 anni e, proprio per la loro giovanissima età, sono alla prima esperienza in una competizione di così alto livello.

La manifestazione è l’unica in assoluto che assegna il titolo individuale di Campione Italiano esordienti ed il titolo di Campione Italiano alla squadra delle regione vincitrice. I tempi realizzati dai singoli atleti sono validi per definire la classifica individuale del Gran Premio Nazionale Esordienti.

Le squadre sono composte ciascuna da dieci atleti, cinque maschi e cinque femmine, appartenenti alla categoria Esordienti “A” (maschi nati 2002-2003, femmine nate 2003-2004).  La formula “a squadre regionali” permette il confronto fra le varie situazioni nazionali senza quelle barriere puramente agonistiche che si riscontrano solitamente negli incontri a livello individuale.

Oltre ai titoli, in palio anche il pregiato  piatto di ceramica, realizzato dall’artista savonese Margherita Piumatti, assegnato al miglior risultato tecnico in assoluto tra i maschi e le femmine.

Un prezioso oggetto che porta bene: Elena Pravato (Ranazzurra) l’anno scorso vincitrice del premio, nella stagione 2015 ha già ottenuto lusinghieri risultati vincendo due titoli italiani giovanili invernali a Riccione, due ori due argenti e un bronzo, risultati che le hanno fatto arrivare la convocazione in nazionale giovanile per l’Energy Standard Cup di Lignano Sabbiadoro.

Ma occhio anche alle rappresentative provinciali, in cui le esordienti Letizia Baldessari e Francesca Gasperotti potrebbero realizzare prestazioni da podio.

Info e mappa

Attenzione, questo evento è scaduto! Scopri gli altri eventi