I Bordolesi

Nella seconda metà dell’Ottocento, in un generale processo di modernizzazione della viticoltura, cominciarono ad essere introdotti in Trentino i primi vitigni di origine francese.

Cabernet e Merlot fecero così capolino in questa terra, trovando in Vallagarina un territorio particolarmente vocato. Varietà bordolesi che venivano “raccomandate” per la produzione di “vini finissimi da bottiglia”.

Non a caso, da lì a poco, all’inizio degli Sessanta, videro la luce i primi tagli bordolesi trentini – tra i quali , il Fojaneghe di Bossi Fedrigotti e il Castel San Michele dell’Istituto agrario di San Michele – pionieri di un’avventura che, attraversando più di mezzo secolo di storia, ancora oggi regala soddisfazioni ai produttori e emozioni a tutti gli appassionati.

Vini dai colori intesi e dai bouquet raffinati, vini strutturati ed eleganti, con finali lunghi e suadenti .

Degusta il: San Leonardo dei Marchesi Guerrieri Gonzaga, il Mercuria e il Romeo di Castel Noarna, il FuFlus di Vallarom, il Cabernet Franc Trentino DOC di de Tarczal e il Gonzalier di Grigoletti.

Richiedi informazioni

Richiedi info

Le cantine di Rovereto e Vallagarina

Scopri

Le cantine di Rovereto e Vallagarina

Scopri